Azienda Agricola Barbera - Menfi (Agrigento), Sicilia
Azienda Agricola Barbera - Menfi (Agrigento), Sicilia

Marilena Barbera
Marilena Barbera

Marilena Barbera è sicuramente la Vignaiola siciliana più apprezzata nel panorama vitivinicolo nazionale. Un vulcano di idee e sperimentazione, intransigente e diretta come un pugno nello stomaco. I suoi vini la rappresentano in ogni sfaccettatura, inconfondibili al primo sorso, energici, appassionanti e siciliani fino al midollo. Questa è l'essenza vera nei vini di Marilena....il terroir di Menfi!

Il mare azzurro a guardare l'Africa, basse scogliere e canneti, dune di sabbia dorata e il sole accecante, la brezza salmastra che si fa vento d'Africa o fresca tramontana, il fiume che scorre lento e vigneti a perdita d'occhio insieme alle vestigia di antiche civiltà, affidate alle mani di chi coltiva l'orgoglio di esserne testimone.

Bere i vini di Marilena vuol dire godere del mare e della luce, del vento e dell'aria, della sua terra....senza trucchi!


 

Ammàno Vino Bianco

 

Zibibbo

 

Ammàno per recuperare il valore del lavoro manuale, la cura e la gioia nel farlo. A mano per sottolineare l'assoluta artigianalità della produzione di un vino in cui la componente umana è importante almeno quanto quella naturale. Zibibbo coltivato nel piccolo vigneto di contrada Torrenova, su suolo prevalentemente argilloso, con scarso scheletro, profondo e privo di ristagni e di colore verdastro.

Le uve sono raccolte a mano nella metà di settembre. Tutto il processo è manuale, senza utilizzo di additivi ne di macchinari. La fermentazione è spontanea sulle bucce per 7 giorni in acciaio. Dopo la malolattica, il vino affina 5 mesi in tonneaux e viene imbottigliato con tutto il suo sedimento direttamente per caduta.

Giallo dorato, lievemente velato. Intenso e persistente il suo bouquet di ginestra e zagara d'arancio, albicocca matura e note balsamiche della macchia mediterranea: timo, maggiorana, origano. In bocca è croccante, vibrante e diretto, leggermente salmastro nel finale.

Si abbina perfettamente a ricci di mare, ostriche ed altre conchiglie, bottarga di tonno, crudi di pesce e gamberoni.


 

Arèmi Menfi DOC Catarratto Superiore

 

Catarratto

 

Arèmi è uno dei quattro semi delle carte da gioco siciliane: il seme a denari, che ha il colore dell'oro. Il Catarratto è coltivato da una piccola vigna di 35 anni a Belice di Mare. Il suolo è formato da terrazzi marini di origine vulcanica, molto ricchi in minerali di ferro e argille sedimentarie, ricco di scheletro.

La vendemmia si svolge nella seconda metà di settembre. Il vino fermenta spontaneamente con le bucce per 15 giorni in acciaio, con follature manuali. Dopo la malolattica, affina sulle fecce fini per 14 mesi. Sviluppa una complessa personalità dopo alcuni mesi in bottiglia ed è godibile per almeno 3/4 anni dalla vendemmia.

La macerazione sulle bucce regala un olfatto complesso, di buccia di arancia amara e zagara di cedro che evolvono nei toni dolci della pasta di mandorle e della crosta di pane, con un tocco di erbe e spezie. La bocca ampia è valorizzata dalle sensazioni tanniche che ne accentuano la struttura.

Il vino è perfetto con carni bianche e pesce azzurro del mediterraneo, sformati di verdure, gorgonzola e formaggi caprini.

 

 


 

Coste al Vento Menfi DOC Grillo

 

Grillo

 

 In Sicilia"Costa" è il fianco delle colline che degradano dolcemente verso il mare. Il Grillo è coltivato in Tenuta Belicello e Vigna del Pozzo; suoli argillosi, profondi e ricchi di minerali, con poco scheletro.

La vendemmia avviene tra la prima e la seconda settimana di settembre. Fermentazione spontanea in acciaio con macerazione sulle bucce per 7 giorni. Dopo la malolattica, il vino affina sulle fecce fini per 6 mesi ed è godibile per almeno 5 anni.

Giallo dorato intenso e brillante, al naso è complesso e marinaresco, con profumi di frutta gialla matura e sentori balsamici di origano, salvia e mentuccia, che sposano note di ortica e tè verde. Il sorso è levigato, arricchito da una spiccata salinità. Particolarmente fortunati gli abbinamenti con grossi pesci arrosto, gamberoni alla griglia, calamari ripieni e in genere con il pescato del mediterraneo, ma anche con una classica carbonara o con formaggi semi stagionati.


 

Dietro le Case Menfi DOC Inzolia

 

Inzolia

 

 Dietro le Case è il nome della vigna, piantata da mio padre nel 1970 dietro le vecchie case di Tenuta Belicello. 4 diversi fenotipi si sono sviluppati nel vigneto dai cloni originari, dando vita ad uno speciale mix di uve che rende il vino particolarmente espressivo ed elegante. Il suolo è calcareo-argilloso e ciottoloso; è costituito da antichi fondali marini emersi in epoca pleistocenica ed è fresco e leggero, ricco di sali minerali.

Raccolte a mano nella prema metà di settembre, le uve macerano con le bucce per 48 ore. La fermentazione è spontanea, in acciaio. Affinamento sulle fecce fini per 4 mesi con batonnages settimanali. Dietro le Case è godibile per almeno 3 anni dalla vendemmia.

Giallo paglierino brillante, sprigiona un intenso bouquet di ginestra e fiori di camomilla, con ricordi fruttati di mela gialla e contorni balsamici di timo. I bocca è sapido, pieno e piacevolmente morbido, con sentori spiccatamente marini.

Dietro le Case è ideale per l'aperitivo e con tutti i piatti di pesce: la sua morbidezza si sposa perfettamente con tutti i crostacei e molluschi, che non amano gli abbinamenti con vini troppo acidi che coprirebbero il loro sapore dolce e allo stesso tempo salino.


 

 

Tivitti Menfi DOC Inzolia

 

Inzolia

 

Ti vitti è una parola siciliana che significa "ti ho visto". Piantato in Tenuta Belicello, Vigne in Costa su suolo prevalentemente argilloso-calcareo, abbondante di scheletro. L'ottima presenza di sali aricchische le uve di piacevole complessità, buona struttura e sviluppo aromatico.

La vendemmia si svolge durante la notte, nella prima settimana di settembre. Dopo una macerazione di 24 ore, il vino fermenta da pied-de-cuve di lieviti selvaggi in vasche di acciaio e affina per 2 mesi sulle fecce fini.

Giallo paglierino brillante con sfumature dorate; il bouquet si apre su sentori di agrumi e fiori di mandorlo ed evolve in note di ginestra e pesca bianca. Molto sapido nel finale, grazie ai minerali marini di cui il suolo di Belicello è ricchissimo.

Tivitti è perfetto con il pescato fesco del mediterraneo: frittura di gamberetti e bavette ai frutti di mare giocano con la sapidità del vino, esaltandone i sapori del mare.  


 

 

La Bambina Menfi DOC Rosato

 

Nero d'Avola

 

Nero d'Avola piantato in Tenuta Belicello, Vigne in Costa è vendemmiato la prima settimana di settembre; l'uva viene immediatamente pressata senza alcuna maceazione. Il mosto fermenta da pied-de-cuve da lieviti selvaggi in vasche di acciaio e affina per 3 mesi sulle fecce fini.

Come i più classici vin gris, La Bambina ha un colore delicatamente ramato, che introduce un piacevole bouquet, fragrante di rosa selvatica e fragoline di bosco, melograno, anguria e buccia di limone.

Perfetto come aperitivo, si sposa con insalata di riso, verdure grigliate, formaggi delicati e pesce.

 


 

Ciàtu Menfi DOC Alicante

 

Alicante

 

Ciatu è amore, è alito e respiro, è l'energia del sole, la forza profonda della terra, il soffio stesso della vita. A Menfi, la personalità dell'Alicante è influenzata dal particolare microclima marino, che arricchisce la morbidezza fruttata tipica  del vitigno di una marcata nota salina e rende il vino molto complesso ed espressivo. L'Alicante è una vaietà di origine spagnola introdotta in Sicilia durante le dominazioni del XV e XVI secolo e diffusa in molte regioni del mediterraneo, dove è conosciuta anche con il nome di Garnacha, Grenache, Guarnaccia e Cannonau. Suolo di origine alluvionale, prevalentemente argilloso con componenti sabbiose, di media tessitura e ottima fertilità.

Le uve sono raccolte alla fine di agosto. La fermentazione spontanea avviene in tino di rovere di Slavonia da 30 hl per 15 giorni, con follature manuali. Dopo la malolattica, affina per 6 mesi nello stesso tino e per 1 anno in bottiglia. Evolve per 57 anni guadagnando in eleganza e complessità.

In abbinamento a carni rosse arrosto, piatti speziati, tagliata di tonno, cous cous di pesce e formaggi di media stagionatura. 


 

Coda della Foce Menfi DOC Rosso Riserva

 

Nero d'Avola, Petit Verdot

 

 Coda della Foce è un bel vino in abito blu: elegante, mai invadente, a proprio agio in ogni situazione, persuasivo con stile e personalità. Viene prodotto solo nelle migliori vendemmie che esprimono grande personalità e finezza evolutiva. E' il mio tributo al fiume Belice, la cui influenza crea lo speciale microclima che rende le uve di Tenuta Belicello estremamente intense e sapide. Il Coda della Foce è una selezione delle migliori uve di Nero d'Avola di Tenuta Belicello, in blend con una piccola quantità di Petit Verdot. Entrambi i vigneti crescono a un chilometro dal mare, su suoli argillosi molto fertili e profondi.

La vendemmia si svolge normalmente alla metà di settembre. Il vino fermenta spontanemente per 15 giorni in acciaio, svolge la malolattica in vecchie barriques e affina in tonneaux per circa  anno prima di essere trasferito per 24 mesi in grandi botti di rovere di Slavonia. Ha un potenziale evolutivo di almeno 10 anni in bottiglia.

Rosso rubino impenetrabile con riflessi purpurei, rivela al naso note di rosa e violetta, che sfumano in toni di confettura e spezie fini.Elegante e sapido, dai tannini morbidi e ben integrati, avvolge il palato con chiari riconoscimenti di frutti di bosco e cacao. Persistenza appena chinata.

Selvaggina di piume, carni rosse brasate e speziate, formaggi stagionati e anche cioccolato.


 

Microcosmo Menfi DOC Perricone

 

85% Perricone, 15% Nerello Mascalese

 

 La vigna di Microcosmo è un esempio di come il lavoro dell'uomo possa comprendere, rispettare e proteggere le dinamiche dell'ambiente naturale di cui egli stesso è parte, limitando i propri interventi all'indispensabile. Il vigneto è piantato, secondo tradizione, insieme ad alcune piante di Catanese, un vecchio biotipo di Nerello Mascalese. Suolo di medio impasto, profondo, scuro e di colore verdastro, di argille di origine alluvionale in banchi sovrapposti dove scorrono le falde acquifere provenienti dalla parte nord della valle del Belice.

Le uve vengono raccolte durante la fine di agosto. Il vino fermenta spontaneamente in acciaio per circa due settimane e svolge la malolattica in vecchie barriques. Poi affina per 3 mesi in tonneaux e per 1 anno in acciaio. La sua personalità, inizialmente scontrosa, si giova di un invecchiamento di almeno 5 anni dalla vendemmia.

Di colore rosso rubino, è un vino snello e dinamico. Al naso offre i profumi esotici di n bazar orientale: cannella, zenzero, incenso, anice stellato e poi frutta secca, olive nere, capperi. In bocca è tannico, asciutto, persistente, arricchito da una spiccata acidità.

Tra gli abbinamenti più riusciti quello con il cibo di strada siciliano: arancine/i di riso al sugo e panelle, salumi e formaggi di media stagionatura.


 

 

Lucòri Menfi DOC Nero d'Avola

 

Nero d'Avola

 

 Lucòri significa "il cuore", racconta di una Sicilia baciata dal sole e accarezzata dalle brezze marine. Un vino suadente, ricco di note speziete, profumato e intrigante come il territorio di mare da cui proviene.

Raccolta alla metà di settembre, le uve svolgono una breve macerazione prefermentativa e in seguito fermentano spontaneamente con le bucce per 6 giorni in vasche di acciaio. L'affinamento è in acciaio per 3 mesi.

Rosso rubino brillante dai riflessi violacei, sprigiona sentori di piccoli frutti rossi maturi con dominanza di more e lamponi, accompagnate da note di salamoia e da una leggera speziatura. In bocca è pieno e fragrante con tannini vellutati e una fresca acidità.

Dovunque  ci sia del pomodoro, sia fresco che in salsa, Lucòri è semplicemente perfetto: la sua acidità accompagna il piatto senza sovrapporsi, esaltandone il sapore. Va quindi benissimo con la pizza ma anche con la classica pasta alla norma.


 

Kalìo Terre Siciliane IGT Perricone

 

Perricone

 

 Kalìo è una parola onomatopeica connessa ai giorni di festa: deriva da càlia, i ceci tostati acquistati alle bancarelle della fiera, e racconta di schiticchiate e serate fra amici. Da vigne giovani piantate nella Tenuta Belicello, Vigna del Pozzo su suoli di argille alluvionali di media tessitura con componenti sabbiose e ottima fertilità.

Vendemmia manuale fra la fine di settembre e gli inizi di ottobre. Fermentazione spontanea in acciaio per circa 6 giorni, dove il vino svolge anche la malolattica. Affina 3 mesi in tino di rovere di Slavonia non tostato. Godibile per almeno 3 anni dalla vendemmia.

Rosso rubino brillante, introduce ad un olfatto giocoso di frutti rossi e fiori di geranio. Tannini solidi e ben integrati sostengono un palato di media struttura, dove note speziate di zenzero e anice stellato accompagnano la beva verso un finale salino e persistente.

Kalìo si sposa con carni rosse, primi piatti e formaggi. Il suo palato dinamico e diretto ben accompagna prosciutto crudo,salumi e formaggi di media stagionatura.